23 Nov 2018

Formazione e innovazione per i membri della Blockchain del Mediterraneo

La rete privata di nodi telematici si dota di competenze tecnologiche per affrontare le sfide del presente e del futuro.

Si è conclusa ieri, 22 Novembre, la prima giornata di formazione tenuta
dall’Ingegnere Gioacchino Vaiana di InformAmuse per presentare la Blockchain e la rete Meditchain.

Ad aprire l’incontro il Presidente del Consorzio Marco Di Marco e il Vicepresidente Rosario Minasola, i pionieri della Blockchain del Mediterraneo e leader nel Sud Italia per soluzioni innovative a supporto delle PMI e PA.

Formazione Blockchain

Partendo dai concetti chiave della tecnologia blockchain, l’Ing.Vaiana ha affrontato i temi caldi della piattaforma: dagli smart contract ai token, dalle reti permissioned al framework hyperledger fabric per fornire le giuste competenze a tutti i consorziati che compongono la rete Meditchain.

L’intervento ha destato curiosità e partecipazione traducendosi in uno scambio di proposte sulle possibili applicazioni in grado di tutelare non solo le aziende ma anche gli utenti finali.

Offrire il proprio Know how significa mettere nelle stesse condizioni di partenza i partecipanti della rete allo scopo di creare una rete privata di nodi telematici interconnessi in grado di solidificare la rete in maniera indipendente.

Solo così sarà possibile accogliere e sviluppare progetti e applicazioni dall’alto potenziale innovativo, tecnologico, industriale e sociale.

Hanno partecipato al primo appuntamento: Banca Popolare Santangelo, Elmi, Giglio.com, InformAmuse, MdmHolding, RMStudio.

Obiettivi

Le aziende fondatrici credono nella potenzialità della Blockchain e sono pronte ad investire in innovazione e supporto tecnologico a favore degli associati stessi.

Ricerca, progettazione e sperimentazione per affrontare le sfide tecnologiche ed essere pronti ad ospitare sulla propria rete un numero di nodi in grado di abbracciare le regioni che si affacciano sul Mediterraneo e non solo.

L’Ing. Vaiana incontrerà presto i membri della rete per continuare la sua formazione in ambito Blockchain. Affronterà alcuni aspetti tecnici, concentrandosi sull’infrastruttura della rete e la gestione delle informazioni sulla Blockchain del Mediterraneo, per poi concludere con l’implementazione di Smart Contracts orientati al business.